Match Analysis & Scouting tecnologia a supporto

Le riprese video, i tagli e le clip per i calciatori e squadre.

Al corso di Cava dè Tirreni (Clicca Qui ) Lorenzo Favaro dimostrerà che la match analysis anche nei dilettanti oramai è possibile.

LORENZO FAVARO è un allenatore Uefa B con la qualifica di Match Analyst, Video Analista Tattico. Ha inoltre conseguito nel 2010 la qualifica di Match Analyst presso la Scuola dello Sport del CONI. Da  più di 10 anni lavora nel mondo della Match Analysis in Italia. Ha collaborato con società di Match Analysis leader a livello mondiale come NACSPORT, SICS e ora con DARTFISH. Relatore in corsi di Mach Analysis in collaborazione con centri di formazione e società calcistiche di diverse categorie.

Buongiorno Lorenzo , la tecnologia si è ritagliata uno spazio importante nel mondo del Calcio e tu sei uno dei pionieri della Match Analysis nei dilettanti, cosa ti ha spinto ad iniziare? Daresti qualche indicazione a chi vuole avviarsi verso questo “mondo”?

Negli ultimi anni, la match analysis, strumento indispensabile tra i professionisti, è diventata un elemento importante anche nel calcio dilettante.

Tra questi due mondi  esistono però delle differenze sostanziali sulle modalità di applicazione della mach  analysis come strumento di lavoro, rispetto a budget assegnati dalle società all’uso della match analysis, tecnologie utilizzate,  figure qualificate messe a disposizione degli staff, ma non solo. Il mio lavoro consiste nell’ insegnare agli allenatori a cosa serve la match analysis, come applicarla per le prime squadre o per il settore giovanile e quali sono le soluzioni migliori per risparmiare tempo e denaro.

Il calcio è sempre stato la mia passione fin da piccolo, così come credo l’abbiano tutti i bimbi che vogliono diventare calciatori, e devo dire che ero anche bravo. Io sono di Mestre, e attorno a noi ci sono diverse realtà calcistiche, questo significa una certa selezione: il Padova calcio, il Treviso, il Vicenza, il Venezia; ma più giocavo e più vedevo, e in particolare gli altri notavano per me, la possibilità di andare tra i professionisti. A mandare in fumo la mia carriera fu una lussazione grave alla spalla che mi costrinse a restare fermo, a seguito anche di un intervento chirurgico, per un anno e mezzo.

Volevo lavorare nel mondo del calcio, quindi, decisi di seguire subito un percorso di allenatore; mi documentavo, andavo ai corsi, seguivo la rivista “ Il Nuovo Calcio”, un’ottima rivista calcistica, e per farla breve entrai un po’ nel giro. La svolta di tutto è stata il 9 luglio del 2006, quando l’Italia vinse la Coppa del Mondo a Berlino.Il giorno dopo il trionfo i “Media” e soprattutto la Gazzetta dello Sport, iniziò a dare spazio alla notizia che l’Italia di Lippi era stata avvantaggiata dalla figura di un componente dello Staff, che si occupava di reperire dalle “videocassette” tutte le azioni degli avversari per creare poi, delle “clip” per lo Staff.

All’epoca avevo già acquistato una telecamera, e mi piaceva riprendere gli allenamenti e le partite per fare poi i montaggi video e farli vedere in seguito ai ragazzi. Notai subito dei risultati positivi in quello che stavo facendo, per cui vedevo la possibilità di fare un qualcosa che mi piaceva, ovvero l’allenatore, e unire così le due passioni: quella per il calcio con quella per la tecnologia. Decisi di abbandonare la carriera come allenatore di calcio, per dedicarmi totalmente alla Match Analysis.

 

 

 

 

 

 

Quanto incide la giusta formazione per svolgere al meglio il proprio lavoro quotidiano/stagionale? Parlaci della partnership con LFScouting e del corso a Cava dè Tirreni.

Il mio consiglio più importante è di formarsi ed aggiornarsi sempre, lo ritengo essere fondamentale, non tanto per copiare o ripetere, ma perché sia da stimolo per ricercare soluzioni innovative e migliorative. Guardate soprattutto ai corsi di Match Analysis fatti in altre nazioni e magari di altri sport, potreste trovare dei spunti nuovi ed illuminanti. Insieme a LFScouting, con il suo software, abbiamo deciso di unire in un unico corso due settori diversi ma collegati tra di loro, quello della match analysis di squadra e quello per lo scouting. In questo modo vogliamo offrire ai corsisti la possibilità di avere una formazione globale e permettere loro di scegliere quel settore che si sentono più portati.

Il Match Analyst è una figura polivalente che non sempre è parte integrante dello staff. Raccontaci come si sviluppa il lavoro di un freelance che collabora a distanza.

Spesso per motivi di budget le società si avvalgono di società esterne o freelance per quanto riguarda il servizio di match analysis. Il consiglio che mi sento di dare è quello di fare almeno una volta al mese una visita allo staff e condividere con loro il lavoro che si sta facendo in modo da poterlo fare sempre al meglio. Fare uso poi di Tecnologia che permette la condivisione del lavoro su cloud diventa fondamentale e in Dartfish TV ho trovato uno strumento fantastico. Grazie a 50 gb inclusi nella licenza annuale è possibile condividere il video della partita e le analisi con lo staff e i giocatori che potranno accedere cliccando direttamente su un link o utilizzando la app di Dartfish. Basta hard disk, basta pennette usb ora tutto è a portati di un click.

Nell’ottica di quanto ci hai raccontato, quanto incide l’utilizzo del giusto hardware e software nel tuo lavoro?

E’ fondamentale. Le soluzioni tecnologiche ti permettono di risparmiare tempo. Ormai è possibile trovare in internet qualsiasi software gratuitamente, io però personalmente consiglio sempre di scegliere software a pagamento in quanto prevedo l’assistenza e la formazione. Per la scelta delle video-camere preferisco strumenti che mi permettono di avere delle soluzioni ottime per la condivisione del file video e per l’editing video. Al corso suggerirò anche quale strumento utilizzare e soprattutto quale metodo di lavoro utilizzo.

Un’ultima domanda, quali progetti hai per il tuo prossimo futuro? Novità all’orizzonte?

Ringrazio la società LFScouting che ha deciso di organizzare un percorso formativo accademico per insegnare ad utilizzare la tecnologia dei vari strumenti, io con Dartfish ai match analyst, per permettere loro di collaborare con le federazioni o le squadre professionistiche che utilizzano queste tecnologie. Insegneremo ad utilizzare le migliori soluzioni tecnologiche di ripresa video (action camera, droni, camera telescopiche ed ip), utilizzeremo i migliori software di animazione 3d come quelli utilizzati su Sky, insegneremo ad usare la tecnologia di ripresa e condivisione di analisi video in real time fatta da top club (nazionale francese, svizzera, PSG, Borussia D. ect ect), ci saranno giornate di formazione tattica fatte dai match analyst che lavorano in campionati professionistici in Italia e all’estero. Abbiamo deciso di puntare su un percorso formativo professionistico aperto a tutti.

Mi auguro che questo esperienza si possa replicare, ed aumentare le conoscenze nel mondo dello scouting e sono sicuro che il primo corso che stiamo organizzando con LFScouting sarà il primo di una lunga serie.

Grazie a tutti e vi aspetto al corso.

Share on Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail